Voucher fino a 40mila euro per favorire la crescita tecnologia delle imprese.  Teikos Lab è tra le società di consulenza accreditate dal Ministero come Innovation Manager.

Le imprese hanno tempo fino alle 17.00 del 26 novembre per compilare la domanda di accesso alle agevolazioni previste dal Voucher Innovation Manager erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Dal 6 novembre è disponibile l’elenco degli esperti accreditati dal Mise a cui le imprese possono rivolgersi per consulenze sulla trasformazione aziendale in chiave tecnologica e digitale.

Teikos Lab e i suoi consulenti hanno ottenuto la qualifica di Manager dell’Innovazione dal Mise.

Cliccando sul pulsante seguente potrete visionare e scaricare l’Elenco degli Innovation Manager di Teikos con i relativi CV e le specializzazioni indicate ai fini del bando.

Nell’ambito del Piano Nazionale “Impresa 4.0” – “figlio” del Piano Industria 4.0, la Legge di Bilancio 2019, ha previsto la creazione di un contributo a fondo perduto nella forma di voucher.

L’obiettivo è quello di sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti di imprese attraverso l’introduzione in azienda di figure manageriali in grado di implementare le tecnologie abilitanti prevista dal Piano Impresa 4.0 e di ammodernare gli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali. Il voucher permette di coprire fino al 50% dei costi sostenuti per un massimo di 40mila euro a impresa.

Qui sotto potete visionare e scaricare una scheda riassuntiva che sintetizza i punti fondamentali del Voucher Innovation Manager.

L’Innovation Manager – un prezioso supporto per la tua azienda

Il contributo è rivolto alle PMI e alle reti di imprese che vogliono assumere risorse manageriali per favorire processi di digitalizzazione, attraverso il supporto di quello che viene appunto chiamato Innovation Manager, o Manager dell’Innovazione.

Cos’è un Innovation Manager?

Gli innovation manager sono le figure professionali titolate dal Mise a sostenere le aziende nei processi di innovazione, aiutandole nell’ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi e incentivandone l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

L’Innovation Manager deve avere ampia, recente e provata esperienza manageriale maturata in contesti che hanno sviluppato innovazione, in particolare relativamente ad alcuni ambiti chiave del digitale e dell’impresa 4.0 oltre ad essere propenso e capace ad apportare il cambiamento in azienda.

Lo scorso 6 novembre il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato l’elenco degli Innovation Manager, cioè dei “manager qualificati e delle società di consulenza” ai quali le aziende potranno rivolgersi per consulenze finalizzate a “sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0”.

Sono ammessi all’elenco Mise dei Manager dell’Innovazione solo i professionisti con comprovata e pluriennale esperienza nel campo dell’innovazione tecnologica e deigitale e  dei processi di ammodernamento gestionali e organizzativi.

Gli Innovation Manager di Teikos Lab

Teikos Lab e otto dei suoi consulenti sono stati scelti dal Mise come Innovation Manager. Siamo lieti di presentare qui la nostra squadra, professionisti altamente specializzati che, attraverso l’inserimento in azienda, aiuteranno le imprese ad implementare processi di digitalizzazione e trasformazione attraverso l’adozione di soluzioni digitali a supporto di obiettivi e risultati attesi e condivisi.

Giovanni Basile: partner e socio fondatore di Teikos. Laureato nel 1987 in economia all’Università di Modena. In 30 anni di attività ha svolto importanti incarichi di consulenza aziendale, soprattutto in materia di ristrutturazione organizzativa e controllo di gestione, gestione del cambiamento, business planning in organizzazioni industriali, bancarie, assicurative, sanitarie (pubbliche e private) nonché nella conduzione di interventi di risanamento aziendale in imprese in crisi. È stato professore a contratto presso l’Università di Modena e docente senior in varie business school. È inoltre consigliere di amministrazione e sindaco effettivo in società di capitali ed enti non-profit in Italia e all’estero e membro di nuclei di valutazione in Enti Locali.

Raul Ragazzoni: è partner e socio fondatore di Teikos. Laureato in Ingegneria Informatica con indirizzo gestionale a Modena nel 1993. Successivamente, ha svolto attività di ricerca presso il DEIS dell’Università di Bologna. Dal 1995 svolge attività libero professionale presso Aziende ed Enti pubblici e presso società private, occupandosi in particolare di sistemi informativi, implementazione o sviluppo di sistemi di programmazione e controllo, predisposizione e conduzione di progetti di riorganizzazione e di re-ingegnerizzazione di processo, organizzazione e valutazione delle performance e del personale. Ha ricoperto il ruolo di responsabile del controllo di gestione dell’Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena (1996) e ha seguito numerosi progetti specifici presso l’Azienda USL di Modena e collaborato con la Regione Emilia-Romagna in ambito sanitario. In Teikos ha collaborato a numerosi progetti essenzialmente nelle aree strategia, organizzazione e controllo di gestione, partecipando in particolare a tutti i progetti consulenziali in ambito sanitario e socio-sanitario, pubblico e privato. Ha inoltre svolto attività di docenza presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Profingest, ed altri enti di formazione.

Carlo Caselgrandi: laureato in Economia e Commercio (Tecnica Bancaria) e con un master di specializzazione in “Controllo di gestione nelle piccole e medie aziende”, da 30 anni svolge il ruolo di consulente aziendale, specializzandosi nell’ambito dell’analisi, installazione e manutenzione di sistemi informativi di controllo e relative procedure organizzative, analisi e revisione organizzativa della funzione logistica, definizione degli indicatori di controllo e di performance logistici, processi di automatizzazione delle attività logistiche. Dal 2008 collabora con diversi studi legali nell’ambito del contenzioso bancario predisponendo le perizie tecniche di parte e assistendo i clienti nei procedimenti giudiziali ed extragiudiziali. Affianca l’attività sul contenzioso bancario con la consulenza preventiva ed il supporto alle imprese per la migliore gestione del rapporto banca-impresa.

Raffaele Rispo: laureato in Ingegneria Aeronautica a Napoli nel 1997 con un progetto di tesi svolto in collaborazione con Alenia Aerospazio e Ferrari Automobili, ha lavorato con aziende come Bulgari Gioielli e Pomellato nell’ambito dell’organizzazione tecnica e dei sistemi di qualità. Dal 2007 al 2011 ricopre il ruolo di Operation Manager alla OMAS, azienda del gruppo LVMH leader nel mondo degli strumenti di scrittura di alta gamma. Si occupa dell’intera area tecnica, della produzione e della logistica divenendo responsabile dell’unità produttiva. Avvia con successo il rilancio della produzione interna e la riorganizzazione dell’intera supply chain. Dal 2011 collabora con TeikosLab, gestendo in particolare l’area Operations. Si occupa di progetti di organizzazione aziendale e ingegnerizzazione dei processi, di efficienza della produzione e dei servizi, di sviluppo dei sistemi gestionali. I suoi interventi spaziano dal campo aeronautico al farmaceutico, dal metalmeccanico al settore del lusso.

Andrea Polo: Laureato nel 1989 in ingegneria informatica presso l’Università di Bologna, ha svolto attività di consulente IT prevalentemente in area finance e per la grande distribuzione organizzata, come business analyst, project manager, team leader, analista funzionale e tecnico. Nella sua attività di consulente si è occupato di analisi organizzative, di ottimizzazione ed innovazione dei processi, della selezione di strumenti e tecnologie per impostare i progetti di automazione a supporto delle innovazioni di processo; come project manager si è occupato di tutte le attività connesse alla gestione di  progetti IT complessi.

Daniele Paiano: esperto di razionalizzazione ed ottimizzazione dei processi, ottimizzazione della catena del valore interna ed esterna, monitoraggio e miglioramento dell’efficienza produttiva, implementazione di sistemi di controllo di gestione e costing e assistenza alla governance aziendale. E’ stato per molti anni Auditor per l’ambito Organizzazione e Qualità fino ad approdare al mondo della consulenza in ambito strategico organizzativo.

Stefano Tizzano: laureato nel 2013 in Analisi, Consulenza e Gestione Finanziaria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ha iniziato a lavorare come consulente nel campo delle start-up (“Back To Work 24” – “Il Sole 24 Ore”) e controllo di gestione, budgeting e pianificazione finanziaria per le aziende e cooperative della zona Toscana. E’ diventato un consulente di Teikos Lab nel Maggio 2014 collaborando a progetti di riorganizzazione e ristrutturazione, controllo di gestione e pianificazione finanziaria utilizzando software specializzati. Nel 2015, ha conseguito la laurea in “Corporate Finance” presso la Nuova Didactica School, scuola di management di Confindustria Modena. Dal 2016 collabora come tutor al corso di laurea Economia e Organizzazione Aziendale presso l’Università di Bologna, Facoltà di Ingegneria.

Alessandro Salsi: Laureato in economia aziendale con un master in finanza e controllo, è stato per svariati anni financial controller per un’azienda del gruppo Cremonini e fondatore nel 2015 di una startup innovativa che fornisce servizi legati all’identità digitale. Dal 2017 è consulente di Teikos principalmente sui progetti di pianificazione finanziaria, controllo di gestione, valutazione d’azienda e riorganizzazione. Collabora con Boostart per supportare l’avvio e lo sviluppo di progetti d’impresa innovativi.

Cliccando sul pulsante seguente potrete visionare e scaricare l’Elenco degli Innovation Manager di Teikos con i relativi CV e le specializzazioni indicate ai fini del bando.

Perchè scegliere Teikos Lab?

Il team di Teikos Lab è composto da risorse professionali con diversi livelli di seniority.

Alcuni dei nostri partner provengono dalla più quotate società di consulenza, mentre altri hanno ricoperto posizioni dirigenziali in aziende private e pubbliche maturando significative esperienze professionali in settori diversi quali imprese manifatturiere, società di servizi, banche ed assicurazioni, aziende sanitarie ed enti pubblici.

Da sempre innovazione e crescita tecnologica sono due capisaldi della filosofia aziendale di Teikos Lab. Siamo una società di consulenza che lavora con un approccio fortemente orientato ai risultati: i nostri progetti di consulenza direzionale sono volti alla concreta realizzazione delle soluzioni proposte e al conseguimento di risultati tangibili. I nostri risultati derivano non tanto da un lavoro fatto “a tavolino” o dal semplice riadattamento di formule di generale applicazione, quanto dallo studio di una soluzione su misura per le nostre aziende clienti. Il lavoro termina solo quando il progetto è realizzato e “funzionante”, perché i clienti soddisfatti sono la nostra migliore pubblicità.

Nella maggior parte dei casi non riteniamo di dover insegnare qualcosa alle aziende clienti, normalmente veri esperti nel proprio settore, ma ci sforziamo di supportarli nell’assunzione delle loro decisioni apportando un punto di vista esterno ed innovativo rispetto alla routine ed alle certezze consolidate.

I consulenti Teikos lavorano fianco a fianco con l’impresa cliente, in cui i primi trasfondono il loro contributo innovativo, progettuale e di attuazione, i secondi le conoscenze relative al business e all’azienda: combinare questi due contributi è fondamentale per far “succedere” i cambiamenti concordati e ottenere il sostegno degli uomini che, all’interno dell’organizzazione, ne subiscono l’impatto.

Attraverso l’attivazione di questo nuovo servizio, Teikos Lab offre alle imprese che vogliano usufruire del Voucher Innovation Manager un servizio integrato all inclusive che, oltre alla messa a disposizione dei propri Innovation Manager, prevede:

  • supporto nella compilazione della domanda
  • supporto nell’iter di gestione amministrativa del Voucher e rendicontazione
  • individuazione dell’Innovation Manager qualificato che più risponde alle esigenze dell’impresa
  • redazione e gestione della stipula del contratto
  • monitoraggio e assistenza in tutte le fasi di implementazione delle attività contrattuali
  • gestione delle relazioni con il MISE.

Come richiedere il Voucher

Per conoscere le modalità per fruire dell’agevolazione, il Ministero dello Sviluppo Economico, lo scorso 27 settembre, ha pubblicato il decreto direttoriale, rivolto appunto alle imprese interessate. Il decreto stabilisce le date per la compilazione e presentazione delle domande d’accesso al voucher per l’Innovation Manager.

Dal 7 al 26 novembre è possibile richiedere il voucher. L’iter di presentazione della domanda è articolato in tre fasi:

A) Verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 31 ottobre 2019. In questa fase, il soggetto proponente verifica il possesso dei requisiti tecnici e delle necessarie autorizzazioni per accedere e utilizzare la procedura informatica;

B) Compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 7 novembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 26 novembre 2019. In tale fase, il soggetto proponente può svolgere le seguenti attività:
1) accesso alla procedura informatica;
2) immissione delle informazioni e dei dati richiesti per la compilazione dell’istanza e caricamento dei relativi allegati;
3) generazione del modulo di domanda sotto forma di “pdf” immodificabile, contenente le informazioni e i dati forniti dal soggetto proponente e apposizione della firma digitale;
4) caricamento della domanda firmata digitalmente e conseguente rilascio del “codice di predisposizione domanda” necessario per l’invio della stessa;

C) Invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019. In tale fase, sono previste le seguenti attività:
1) accesso del soggetto proponente alla procedura informatica;
2) immissione da parte del soggetto proponente, ai fini del formale invio della domanda di agevolazione, dell’identificativo dell’istanza e del “codice di predisposizione domanda”;
3) rilascio dell’attestazione di avvenuta presentazione dell’istanza da parte della procedura informatica.

Le domande verranno ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione e finanziate con modalità a sportello fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Una volta ammessi all’agevolazione, l’erogazione del voucher avverrà in due quote. Il soggetto beneficiario potrà richiedere l’erogazione della prima quota, pari al 50% delle agevolazioni concesse, successivamente alla realizzazione di almeno il 25% delle attività previste dal contratto e al pagamento delle relative spese. L’erogazione del saldo, invece, potrà essere richiesta dopo la conclusione delle attività previste dal contratto e al pagamento delle relative spese e comunque entro 60 giorni dalla data di emissione del titolo di spesa a saldo.

Cosa inserire nel progetto

Nella sezione relativa ai dati sul progetto deve essere innanzitutto specificata l’area di intervento della consulenza secondo le opzioni inquadrabili tra le aree di intervento degli Innovation Manager sopracitate. Occorre inoltre indicare il titolo del progetto, descrizione ed obiettivi del progetto, la sede operativa interessata dal progetto, il costo totale previsto per la consulenza specialistica e la data di avvio e di fine del progetto.

Nella domanda devono inoltre essere indicati i dati del manager qualificato con cui si intende sottoscrivere il contratto per le prestazioni di consulenza specialistica ammissibili al contributo, individuandolo tra i soggetti dell’elenco ufficiale dei manager per l’innovazione consultabile al seguente al seguente link https://miq.dgiai.gov.it.

N.B. Le specializzazioni dichiarate dal manager qualificato dovranno essere coerenti con quelle indicate nell’ambito del progetto. Ogni manager iscritto all’elenco Mise può stipulare, nell’arco dello stesso anno solare, un solo contratto di consulenza agevolabile, e, qualora il manager qualificato sia indicato nell’ambito di una domanda di agevolazione la cui compilazione risulti predisposta e ultimata, lo stesso non potrà essere ulteriormente selezionabile da altri soggetti proponenti.

È bene tener presente che sono ammissibili i contratti di consulenza sottoscritti tra le parti successivamente alla data di invio della domanda di agevolazione e, comunque, non oltre 30 giorni dalla pubblicazione sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico (www.mise.gov.it) del provvedimento cumulativo di concessione delle agevolazioni. Il medesimo contratto deve avere una durata non inferiore a 9 mesi e non superiore a 15 mesi.

Per dubbi o informazioni non esitare a contattarci.

Puoi trovarci al numero 059-334472 o all’indirizzo mail contact@teikoslab.it.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.